VALUTAZIONE ITINERARIO:

COSTO CARBURANTE:
€ 150

COSTO SOSTE:
€ 35

KM PERCORSI:
1061

TIPOLOGIE DI SOSTE:

Sosta libera

Area sosta attrezzata

 title=

In camper tra Tirolo e Baviera

PUBBLICATO IL 07/04/2021

4 giorni in giro per castelli tra Austria e Germania in camper

Abbiamo deciso di trascorrere 4 giorni nei dintorni di Innsbruck.
Questa vacanza risale a più di 4 anni fa, quando Silvia era ancora un puntino ed era nella mia pancia.
Come eravamano soliti fare in quegli anni, sceglievamo solo la meta iniziale e poi improvvisavamo il viaggio strada facendo.
Siete pronti a venire con noi in questo viaggio non programmato?!

TAPPA 1

LODI - INNSBRUCK

La prima tappa di questo viaggio è stata Innsbruck. Siamo arrivati a notte fonda, causa partenza nel pomeriggio.
Abbiamo deciso di sostare in un parcheggio per camper senza servizi, autorizzato il PARCHEGGIO HAFEN ( Innrain 157) Il parcheggio ha un costo di €10 al giorno per i camper e si paga con una cassa automatica.
E' abbastanza vicino al centro della città di Innsbruck, circa 2km, con fermata bus e ciclabile nelle immediate vicinanza, ma si trova nel parcheggio di una discoteca e a volte si può trovare molto moviemento la notte, per cui accertatevi che non ci siano serate se volete passare una notte tranquilla.
La mattina noi abbiamo deciso di non visitare la città ma di recarci direttamente al primo castello : Il castello di Ambras. Abbiamo parcheggiato il camper nei parcheggi che ci sono fuori dal cancello del parco del castello.
Esso è composto dal cosiddetto Castello Superiore, il quale era adibito a residenza, dal Castello Inferiore, destinato ad accogliere le Armerie dell’arciduca e la Camera d’arte e di meraviglie, dalla Sala spagnola e da altri edifici amministrativi. Il complesso è situato a 635 metri di altitudine, nel cuore di un vasto parco
Questo viaggio è stato fatto i primi di Novembre, per cui ci siamo persi tutta la mattina all'interno del parco ad ammirare i bellissimi giardini con il folliage tipico di questo periodo.

Affamati decidiamo di proseguire verso la ns prossima meta.
Pranziamo nella splendida cittadina di Hall in Tirol, che rappresenta la più grande città vecchia medioevale conservata del Tirolo Settentrionale. Facciamo una breve passeggiata nel centro storico della cittadina e torniamo al nostro camper.

Nel pomeriggio decidiamo di spostarci a visitare la Swarovski che si trova a Wattens
La visita vale assolutamente la pena. C'è la possibilità di visitare anche il loro parco e il museo, altrimenti solo lo store che è quasi un vero e proprio museo. I prezzi sono leggermente inferiori ai prezzi italiani, infatti abbiamo comprato il primo regalo per la nostra Silvia.

Verso sera ci dirigiamo verso la Baviera in Germania e più precisamente a Fussen che sarà la nostra prossima tappa.
Ci sistemiamo all'area wohnmobilplatz Fussen camper stop per la notte.
 

VALUTAZIONE TAPPA:

TIPOLOGIA DI SOSTE:

Sosta libera

Area sosta attrezzata

TAPPA 2

FUSSEN - LODI

La mattina ci svegliamo e ci dirigiamo subito al castello di di Neuschwanstein, il famoso castello che ha inspirato le favole di Walt Disney.
Noi abbiamo deciso di recarci con il camper, ma dall'area di Fussen si può raggiungere il castello con la navetta o con la bicicletta, perchè dista circa 3km.
Dopo aver parcheggiato il camper nei comodi parcheggi che si trovano vicino alle biglietterie al costo di 8€ per 6h decidiamo di visitare prima il castello Hohenschwangau che si trova nella parte più bassa e vicina alle biglietterie. Originalmente il castello di Hohenshwangau era una fortezza medievale, ma con il passare dei secoli, cambiò più volte proprietario fino all'abbandono ed alla rovina. Nel corso del Cinquecento, le rovine del castello vennero acquistate dalla ricca famiglia patrizia dei Paumgartner, originari di Norimberga, i quali promossero un restauro dell'intera struttura ed un suo ampliamento in stile rinascimentale italiano.
Nel 1829 Massimiliano II, Padre di Ludwig II lo riscoprì, ne acquistò la proprietà e lo fece restaurare; grazie a lui, il maniero fu trasformato in un palazzo.
Il Castello di  Neuschwanstein fu commissionato invece dal re Ludovico II di Baviera come ritiro personale ed omaggio al genio del musicista Wagner, Ludovico pagò per la costruzione del palazzo coi propri fondi senza accedere al tesoro di Stato. Il re amava rimanere isolato dal mondo e questo luogo era divenuto per lui un rifugio personale, ma dopo la sua morte esso fu aperto subito al pubblico.E' fra i castelli e le fortezze più visitati in Europa: circa 1,4 milioni di visitatori all'anno, è stato proposto per le sette meraviglia del mondo moderno.

Purtoppo la coda alla biglietteria era infinita e quindi vediamo il castello solo dall'esterno.
Vi consigliamo di fare i biglietti online se avete intenzione di recarvi qui, perchè altrimenti passate ore in coda.
Anche il castello di Neuschwanstein lo vediamo solo dal basso, poichè complice il pancione non me la sentivo di fare la camminata in salita per raggiungerlo. La camminata è circa di 1,5km e dura 30-40minuti, ma ha una pendenza importante. E' percorribile con passeggini. Se non volete camminare o se vi stancate facilmente si può salire con la navetta oppure in carrozza come le principesse ( il costo è di circa 10€ tra salita e discesa)

A questo punto decidiamo di visitare la splendida città di Fussen, una delle più belle città della Baviera. Ha uno stupendo centro storico e gode di una posizione straordinaria, infatti qui s’incrociano quattro importanti vie di comunicazione: la via fluviale del Lech, la Strada Romantica, la Strada tedesca delle Alpi e la romana Via Claudia Augusta.

Dopo la visita alla città di Fussen ci rechiamo all'ultimo castello: il castello di Linderhof.  E' il più piccolo dei tre castelli costruiti da Re Ludovico II di Baviera e l'unico che lo stesso sovrano riuscì a vedere completato. L'edificio venne progettato secondo il gusto del sovrano, con i canoni del secondo periodo roccocò.
Qui ci perdiamo ad ammirare gli splendidi giardini. Infatti i giardini che incorniciano il castello sono considerati tra i più belli. Il parco combina elementi del periodo barocco con i giardini rinascimentali italiani e con scorci che ricordano i giardini all'inglese. Il grande bacino d'acqua, antistante il castello, con una fontana il cui getto raggiunge i 25 metri di altezza, così come i tre livelli dei giardini terrazzati, sono coronati da un piccolo tempio circolare, il tempio di Venere, e dalla fontana di Nettuno, con le sue cascate a 30 livelli, che donano al parco un aspetto d'incomparabile bellezza. Il parco copre un'area di circa 50 ettari (125 acri) ed è perfettamente integrato all'interno del paesaggio naturale delle Alpi. Al suo interno ci sono numerosi edifici di diversi stili distribuiti, tra i quali: la Grotta di Venere,il Chiosco moresco e la Casa Marocchina.
 

Dopo aver visitato questo castello ci dirigiamo verso la strada del ritorno. 
Facciamo la strada con molta calma e ci fermiamo la notte a dormire in libera, ma se vi dico che non mi ricordo più dove mi credete?!
Mi ricordo che abbiamo cenato in un ristorante bavarese molto tipico e che abbiamo percorso delle splendide strade tra panorami mozzafiato!
 

 

VALUTAZIONE TAPPA:

TIPOLOGIA DI SOSTE:

Sosta libera