VALUTAZIONE ITINERARIO:

COSTO CARBURANTE:
โ‚ฌ 38

COSTO SOSTE:
โ‚ฌ 0

KM PERCORSI:
308

TIPOLOGIE DI SOSTE:

Sosta libera

Area sosta attrezzata

 title=

Lago di Mezzola: alle porta della Valchiavenna in camper

PUBBLICATO IL 20/02/2021

Una gita a due passi da Milano in camper

Il lago di Mezzola è stata una piacevole scoperta di qualche settimana fa.
Abbiamo percorso la SS dello Spluga un milione di volte,ma mai ci eravamo accorti di quel lago, così bello che sorge proprio all'imbocco della Valchiavenna, tra le provincie di Sondrio e Como.
Il lago di Mezzola si trova infatti a Nord del più noto Lago di Como dal quale è separato dall'ultimo corso del fiume Mera che scorre nel lembo occidentale del Pian di Spagna, ultimo pianoro della Valtellina formatosi dai sedimenti deltizi dell'Adda e del Mera stesso. Lo sapevate che circa il 20% delle acque del lago di Como proviene da questo lago.
Fino al Medioevo i due laghi erano uniti, successivamente i sedimenti dell'Adda e dei torrenti locali crearono il Pian di Spagna, separando i due bacini lacustri.

Vi portiamo alla scoperta di un weekend in camper in questa zona della nostra Lombardia,repliki zegarków che stiamo iniziando ad apprezzare molto meglio in questo ultimo anno, scoprendo dei luoghi con non pensavamo esistessero.

TAPPA 1

Da Lodi a Novate Mezzola

Partiamo nel tardo pomeriggio e, causa coprifuoco, non possiamo percorrere moltissimi km per cui decidiamo di esplorare la Valchiavenna, una zona che, colpevolmente, conosciamo molto poco.
Abbiamo visto che proprio alle porte della Valchiavenna, lungo la statale dello Spluga, sorge il Lago di Mezzola, per cui decidiamo che sarà proprio questa la nostra prima tappa.
In questo periodo dell'anno, il lago è poco frequentato e il campeggio è chiusto. Ci sistemiamo in un parcheggio fronte lago, dove non vediamo nessun divieto particolare, se non quello di campeggio.
Passiamo la notte nel silenzio.
La mattina ci svegliamo e scopriamo che il Lago di Mezzola ha dei colori magnifici, anche se la giornata non è delle migliori. 
Noi passiamo la giornata passeggiando lungo la ciclo-pedonale e facendo giocare Silvia nel delizioso parco giochi vista lago.


๐Ÿ“Œ Vi segnaliamo che da Novate Mezzola parte un meraviglioso trekking fino al borgo di San Giorgio di Cola
La mulattiera parte in località Mezzolpiano a quota mt 320 e arriva fino al borgo a quota mt 748.
San Giorgio di Cola è uno dei posti più incredibili della Valchiavenna. Un paese che, nonostante sia posto ad una quota relativamente modesta può essere raggiunto solo su una mulattiera, peraltro splendida, che parte dal fondovalle. Niente auto, niente moto.
Un tempo invece, racconta una leggenda,si alzò enorme un fragore e si accese un bagliore, quando San Giorgio venne fra questi monti per incalzare la più terribile incarnazione del male, il demoniaco dragone. Un cavaliere valente, non mancò di coraggio nell’affrontarlo e di abilità nel trafiggerlo. Per questo proprio qui trovarono riposo le spoglie di San Giorgio.
La salita a San Giorgio non è particolarmente impegnativa, anche se d’estate il sole si fa sentire. Ci vuole un po’ di attenzione per raggiungere la partenza della mulattiera splendidamente scalinata in granito, poi si sale tranquilli. 
Da San Giorgio potete decidere di percorrere altri sentieri come quello fino a Cola o al Rifugio Codera.

Noi decidiamo nel primo pomeriggio di spostarci per la nostra seconda tappa, ma abbiamo intenzione di tornare per fare questo trekking.

VALUTAZIONE TAPPA:

TIPOLOGIA DI SOSTE:

Sosta libera

TAPPA 2

Chiavenna-Lodi

Arriviamo a Chiavenna e parcheggiamo al parcheggio adibito alla sosta camper nei pressi dello stadio, qui trovate la recensione.
Il tempo non è dei migliori, per cui decidiamo di fare subito un giro nella città di Chiavenna, il cui centro storico dista 10 minuti a piedi dall'area sosta camper.
La cittadina è attraversata dal fiume Mera e domina l'omonima valle. E' nota per le bellezze artistico-culturali e per la sua ricca tradizione gastronomica, principalmente vino, salumi e formaggi, grazie ai suoi rinomati Crotti e del “sorel”, uno spiraglio naturale da cui soffia una corrente d'aria che mantiene la temperatura pressoché costante.
Di probabile origine etrusca, Chiavenna fu stazione romana e un importante punto di scambio fra l'Italia e il resto dell'Europa. 

La nostra impressione è stata quella di vedere una cittadina che racchiude un enorme potenziale, ma che sembra quasi abbandonata e mal tenuta.
Abbiamo trovato palazzi moderni fatiscenti in mezzo al panorama dominato dai ponti sul fiume Mera e vecchie case affrescate.

Vi vogliamo segnalare alcune attività che potete svolgere nei dintorni della città che noi questa volta non abbiamo fatto in tempo a fare, poichè domenica ha iniziato a piovere a dirotto e quindi siamo rientrati verso casa dopo pranzo. Ci siamo ripromessi di tornare per dare una seconda possibilità a questa cittadina.

๐Ÿ“Œ Cascate dell'acquafraggia menzionate e apprezzate addirittura da Leonardo da Vinci. Ben visibili già dalla strada, le cascate sono considerate il monumento naturale più importante e pertanto uno dei simboli indiscussi della Valchiavenna. Nel borgo di Piuro si trovano anche degli scavi archeologici,infatti Piuro è considerata "la Pompei delle Alpi" essendo stata protagonista anch'essa nel passato di una tragedia naturale, ossia la frana del 1618 che distrusse il borgo.
๐Ÿ“Œ Il Parco delle Marmitte Giganti, caratterizzato da grandi e profonde buche dalle forme più strane scavate nei sassi dall’azione erosiva dell’acqua
๐Ÿ“Œ Riserva del Pian di Spagna, un'ampia area umida di interesse naturalistico con la presenza di numerose specie di uccelli migratori.
๐Ÿ“ŒPalazzi storici e musei di Chiavenna : La Collegiata di S. Lorenzo che ospita al suo interno il Museo del Tesoro,Palazzo Vertemate, Palazzo Salis, la Galleria Storica dei Pompieri di Valchiavenna dove sono esposti tutti i reperti legati a questo corpo e il Mulino Moro di Bottonera, la più importante testimonianza della tradizione artigianale di Chiavenna
๐Ÿ“Œ Attività outdoor in Valchiavenna: trekking, ciclabile della Valchiavenna e canyoning

VALUTAZIONE TAPPA:

TIPOLOGIA DI SOSTE:

Area sosta attrezzata