VALLE D’AOSTA IN CAMPER

Dopo una settimana dove qui nella bassa Lodigiana ha fatto davvero caldo, abbiamo deciso di andare in montagna con il nostro camper per il week-end. Abbiamo scelto la Valle d'Aosta, regione che abbiamo frequentato per lo più nel periodo invernale per andare a sciare. La nostra meta sarà la val di Cogne, una valle comoda da raggiungere da Aosta  e che si trova immersa nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, zona ricca di passeggiate ed escursioni e a misura di famiglia. Durata: Venerdi-Lunedi 3 giorni Periodo: Luglio 2020 Diario di bordo: - Venerdì 10 Luglio: siamo partiti da Lodi nel pomeriggio con il nostro camper e dopo aver fatto un unica tirata siamo arrivati verso le 21.00 a Cogne all'Area Sosta Camper Cogne (Rue Mines de Cogne, 22). L'area camper si trova in un punto strategico, ai piedi del grazioso centro di Cogne e in mezzo a molti sentieri escursionistici. Dopo aver espletato le normali pratiche di check-in, abbiamo cenato nel nostro camperino e siamo andati a nanna programmando la giornata successiva. - Sabato 11 luglio: ci siamo svegliati con una gradevolissima temperatura e dopo aver fatto colazione ci siamo diretti verso il paese di Cogne che dista davvero pochi metri dall'area sosta camper. Partendo dal Prato Sant'Orso abbiamo imboccato il sentiero  in direzione Valnontey. Il percorso è molto semplice e si addentra nel boschetto tra cascate e ruscelli fino ad arrivare al borgo. Il tempo di percorrenza è di circa 1 ora, ma con un dislivello praticamente nullo. E' percorribile sia in bicicletta che con un passeggino e i nostri amici a quattro zampe possono venire con noi. Tornando ci siamo fermati sul Prato Sant'Orso per un pic-nic nomade. Dopo pranzo abbiamo deciso di andare in direzione Gimmilland per osservare il villaggio dei Minatori e la fondazione del parco nazionale del Gran Paradiso. Il museo del villaggio minatori è aperto al pubblico secondo gli orari che trovate sul sito, mentre per visitare il villaggio e le miniere dovete prenotare l'escursione. Dopo la piacevole camminata, questa volta un po' più impegnativa poichè in lieve salita, siamo tornati al Prato Sant'Orso dove c'è un bellissimo parco giochi pubblico dove Silvia ha scaricato le sue batterie ancora cariche nonostante avessimo già camminato per oltre 13km. Stanchi, siamo tornati al camper, dove abbiamo cenato e poi a nanna presto. - Domenica 12 Luglio: Questa mattina il sole splende in un bellissimo cielo blu senza l'ombra di una nuvola. L'aria è tersa e fresca e invoglia ad un altra gradevole escursione. Dopo aver fatto colazione, imbocchiamo il sentiero che parte proprio sopra l'area sosta camper verso Lillaz e le sue famose cascate. Anche questo sentiero è percorribile con passeggini, biciclette e cagnolini. Il sentiero è piano e si addentra in mezzo al boschetto al termine del quale si apre la valle intorno a Lillaz. Dopo aver attraversato il grazioso borgo, scoviamo le bellissime cascate. E' possibile vederle da varie angolazioni, anche salire sino in cima per guardarle dall'alto. Il tempo di percorrenza è di circa 1 ora. Io e Silvia torniamo indietro sulla stessa via dell'andata, mentre papà imbocca il sentiero 12 verso il Lago di Loile, un sentiero più impegnativo, non percorribile con passeggino. Io e Silvia ci fermiamo davanti a una bellissima chiesetta per fare il nostro pic-nic nomade. Davanti all'area sosta di Lillaz, sempre della stessa proprietaria che gestisce l'area camper di Cogne, c'è un bellissimo prato dove è possibile fare anche dei barbeque e dove sono presenti dei bellissimi tavoli in legno. Dopo il rientro di papà dalla sua escursione durata circa 3 ore più della nostra, ci prepariamo per scendere verso casa. Dato il traffico che incontriamo già scendendo verso Aosta decidiamo di fermarci per la notte a Settimo Vittone ( TO) c/o l' area sosta Miglio 608, consigliataci da altri amici camperisti. Arriviamo alle 20.00 e troviamo un area completamente automatizzata, dove è consentito l'arrivo anche in tarda sera poichè si può effettuare il chek-in in maniera del tutto autonoma servendosi della macchinetta posta all'ingresso. Dopo cena ci mettiamo a nanna. - Lunedì 13 Luglio: la mattina ci svegliamo con un meteo non bellissimo, ma fortunatamente non piove. Esploriamo meglio l'area sosta camper e i suoi dintorni. Ci rendiamo presto conto che siamo in un posto splendido, un area sosta da cui dovremmo prendere esempio in Italia. E' tutto automatico, dal pagamento della sosta, all'accesso ai bagni che si effettua mediante una carta elettronica che viene rilasciata dalla machinetta quando si paga la sosta.  Sulla carta è possibile caricare del credito che vi servirà per alcuni servizi tra cui corrente ( che si paga a consumo, avvicinando la tessera alla coloninna elettrica e selezionando il numero della propria presa di corrente), alle docce calde ( che costano 2,50€ ma durano a lungo), alla ricarica delle biciclette elettriche. Il credito non consumato vi verrà ridato quando fate il check-out. Se venite in quest'area camper insieme ad amici che non hanno il camper troverete anche due stanze con bagno, anch'esse con accesso automatizzato. Si trova anche una coloninna per caricare le auto elettriche! L'area è gestita da Fabrizio, un camperista e si vede la sua attenzione alle nostre esigenze. Due cacciaviti posti vicino alla postazione di ricarica delle bici elettriche e una pompa per gonfiare le ruote delle bici. Adirittura un bastone di legno vicino al carico/scarico! L'area è tutta su erba! Nei dintorni cosa potete trovare? Parco avventura Tuna, un agrigelateria, diverse cantine e aziende di prodotti locali, un maneggio, una falesia dove potete arrampicare con relativa scuola di arrampicata e un parco giochi per i più piccoli. L'area si trova sulla via Francigena, al km 608, da cui prende il nome, per cui potete percorrerla in bici o a piedi per numerosi km, dipende dal vostro allenamento! A 2 km è presente anche un circuito di PUMP TRACK dove potrete girare con la bici, i Roller, lo skateboard, il monopattino! Dopo pranzo, abbiamo lasciato l'area con estrema facilità anche nelle pratiche di chek-out e ci siamo diretti verso casa. Ricordatevi di uscire prima dall'area e poi inserire la tessera nella macchinetta!!!! Altrimenti non potrete uscire! Vogliamo spendere due parole per due cose che in questi giorni di permanenza in questa valle e all'interno del Parco Nazionale del Gran Paradiso abbiamo sentito. La prima considerazione riguarda i cani: noi, come sapete abbiamo due cagnolini, Nami e Kiba e la scelta del camper è venuta naturale da quando abbiamo loro perchè ci rende più liberi di portarli sempre con noi. Cogne si trova nel parco Nazionale del Gran Paradiso, uno dei parchi italiani con un ampia varietà di animali che vivono liberi in natura. In questo parco, in alcuni periodi dell'anno, non è possibile addentrarsi con i nostri amici a quattro zampe essenzialmente per due motivi. Il primo è per tutelare i nostri amici sia dalle malattie che potrebbero prendere entrando a contatto con escrementi o urina di animali selvatici, sia perchè potrebbero essere attratti da odori per loro nuovi e scapparvi dal guinzaglio; la seconda ragione è per tutelare gli animali che vivono in quelle zone, che sentendo odori animali per loro sconosciuti, potrebbero scappare e ritrovarsi in luoghi per loro non ottimali. Gli animali vanno tutelati siano essi nostri compagni di vita siano quelli che vivono in natura! Ma non preoccupatevi non lascerete il vostro amico sul camper, ci sono un sacco di escursioni che potete fare con loro, le troverete sul sito del parco nazionale o chiedete in area sosta a Jaqueline  che è molto disponibile a risolvere ogni vostro dubbio. La seconda considerazione riguarda l'area sosta di Cogne. L'area è su asfalto, dispone di tutti quelli che sono servizi necessari per essere classificata come area camper e risponde a tutte le norme di legge riguardanti il decreto Covid per le riaperture. L'area di Cogne, come moltissime aree italiane, ha scelto di tenere chiuso il blocco servizi non potendo garantire il rispetto delle norme in termini di pulizia quotidiana. Il distanziamento tra le porte di accesso ai camper è rispettato a pieno, poichè deve essere di 3 mt. E le vie di fuga sono garantite a pieno, poichè ogni camper viene fatto parcheggiare con il muso verso la strada. E' vero che non si può aprire il tendalino o pranzare fuori, ma questo accade in moltissime altre aree sosta. Per essere classificati come area sosta non è obbligatorio per i gestori dare questa possibilità. Le norme che lo impongono sono di carattere regionale e dipendono da ogni singolo comune. I servizi di carico/ scarico sono puliti e funzionanti. La disponibilità di Jaqueline, la proprietaria, è innegabile e si vede che ci tiene a far sentire a proprio agio tutti i suoi ospiti. Chi sceglie quest'area è perchè vuole la comodità di essere a due passi dal paese di Cogne e vicino alle passeggiate d'estate e agli impianti d'inverno. Insomma chi sceglie questa tipologia di aree sosta è perchè vuole vivere la località e i suoi dintorni e non per stare vicino al proprio mezzo. Nei dintorni ci sono tanti campeggi sia a Lillaz che a Valnontey, per gli amanti dei pranzi sotto il tendalino. All'estero siamo abituati a vedere molte aree sosta di questo tipo vicino alle grandi città e ce ne fossero di più in Italia! Costi
  • Area sosta Camper COGNE 14 euro notte
  • Area sosta Miglio 608 - Settimo Vittone 12 euro 24h
  • benzina e pedaggi : km 526  70€ benzina 88,70€ pedaggi
Link
Area Camper Miglio 608 www.miglio608.com
Parco Nazionale del Gran Paradiso http://www.pngp.it/
Fondazione Gran Paradiso https://www.grand-paradis.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *