Italia itinerante in Camper: un giro in centro ITALIA tappa 1 da LODI a CAMPO IMPERATORE

Siamo pronti a raccontarvi la prima parte delle nostre vacanze ITALIANE.     Quest'estate tutti i nostri progetti e programmi sono stati modificati, per cui abbiamo deciso di partire senza un itinerario preciso e senza una meta certa, all'avventura. In fin dei conti abbiamo un camper, per cui non ci serve altro, se non un po' di scorte di cibo, qualche vestito e del buon vino ( quello non può mai mancare!) e possiamo partire all'avventura e alla scoperta della nostra bell'ITALIA.     Diario di BORDO:
  • 11 agosto 2020 LODI- MARINELLA DI SARZANA  Silvia è partita con i nonni qualche giorno fa, direzione Abruzzo, per cui partiamo con un equipaggio insolito composto da Mamma Sara e Papà Giorgio in compagnia dei nostri pelosini Nami e KIba. La mancanza di Silvia si sente e tutte le procedure di carico del camper sono molto più veloci! Partiamo verso le 17 da Lodi e all'altezza di Piacenza decidiamo di andare in direzione La Spezia per fare il giro "largo" verso l'Abruzzo. Alle 20 circa siamo sulla costa e precisamente a Marinella di Sarzana. Durante il viaggio inizio a fare un po' di ricerche sulle possibili soste per il nostro camper e scovo un parcheggio che ha aperto da poco proprio prima del paese di Marinella di Sarzana. Troviamo una sbarra, ma ci dicono che possiamo alzarla e che più tardi passerà il gestore a controllare e a prendere le targhe dei camper entrati. Ci sistemiamo sul fondo del parcheggio, all'ombra di un albero. Mentre stavamo montando la cucina esterna per la cena, arriva il gestore e prende i nostri dati e ci saluta cordialmente. Ceniamo godendoci il tramonto. La mattina ci svegliamo presto e facciamo un giro di esplorazione. Il parcheggio ( ancora senza nome) ha qualche servizio per noi camperisti: carico/scarico, due lavabi per le stoviglie che si trovano completamente all'aperto sotto il sole, non dispone di servizi igienici o docce. L'area su cui si trova è molto ampia e i posti sono numerosi ( non sappiamo esattamente quanti, perchè non ci sono delimitazioni delle piazzole o numeri e attualmente tutti si dispongono come meglio credono) , alcuni possono godere dell'ombra degli alberi, altri invece sono completamente esposti al sole. All'ingresso c'è un cartello che vieta l'apertura di tendalino e varie, ma il gestore lo consente comunque. Lo spazio ha molto potenziale poichè si trova a pochi passi dalla spiaggia, basta solo attraversare la strada e gli spazi sono davvero ampi. Ci auguriamo che venga valorizzato, perchè in questa zona della Liguria sono pochissime se non del tutto assenti, le aree sosta camper con ampi spazi. Vi segnaliamo che il paese si trova a 700 mt ed è molto piccolo, ma potete trovare beni di prima necessità come piccoli alimentari e farmacia. La spiaggia di fronte è sia libera che attrezzata, per cui ci sono anche bar e ristoranti. Causa Covid nella spiaggia libera trovate dei sacchi di sabbia che vi indicano dove potete piantare il vostro ombrellone per rimanere ben distanziati. Inoltre Marinella di Sarzana è molto vicina a Lerici ( dista solo 12km) e alle Cinque Terre, per cui se avete uno scooter andateci! SOSTA: Parcheggio marinella di sarzana 8€ fino alle 12:00, 5€ solo notturno
  • 12 AGOSTO 2020: MARINELLA DI SARZANA- ROSIGNANO SOLVAY- PIOMBINO TORRE MOZZA Ripartiamo in tarda mattinata dopo aver fatto un bagno al mare ed esserci rilassati qualche ora. Per pura curiosità passiamo dalla famosa Spiaggia Bianca di Rosignano Solvey, parcheggiando il nostro camper lungo i parcheggi normali che ci sono prima di imboccare la stradina per i parcheggi vicino alla spiaggia. Rimaniamo giusto il tempo di fare due foto. Dopo un pranzo veloce, ripartiamo percorrendo la statale Aurelia e godendoci i bellissimi panorami. Decidiamo di fermarci nel pomeriggio a Piombino ed in particolare troviamo un parcheggio autorizzato per la sosta di soli camper in località Torre Mozza proprio all'inizio della pineta. La tentazione di farsi un tuffo in acqua è troppo forte, per cui ci armiamo di materassino e asciugamano e andiamo subito in spiaggia, dopo aver trovato un posticino per il ns camper.
  • La spiaggia è molto bella e abbastanza ampia, percorrendo qualche metro nella pineta si accede alla spiaggia libera o a spiagge attrezzate. Noi scegliamo la spiaggia libera! Dopo una meritata birretta in spiaggia, torniamo al nostro camper per cena e nanna.Il parcheggio è solo un parcheggio camper, senza possibilità di aprire tendalino e con carico/scarico. Non c'è neppure ombra ed è molto polveroso perchè è su sterrato. Il parcheggio a nostro parere va bene per una breve sosta e non è adatto per fermarsi qualche giorno a meno che non si viva solo in spiaggia. La notte si dorme abbastanza bene, segnaliamo solo la vicinanza di un grande campeggio IL PAPPASOLE e nei periodi di alta stagione si sente la musica della loro animazione e qualche ragazzino che la notte passa sfrecciando con scooter e motorini. Nelle vicinanze ci sono numerosi campeggi se vi piace la zona e volete qualche servizio in più. Per il pagamento c'è una macchinetta.
  • SOSTA: Area Camper Torre Mozza- pagamento delle 8:00 alle 20:00 a fasce orarie per un massimo di 23€ per 10 ore nei giorni festivi
  • 13 AGOSTO 2020 : PIOMBINO TORRE MOZZA - MARINA DI GROSSETO La mattina decidiamo di lasciare Piombino e di continuare il nostro avvicinamento verso l'Abruzzo. Continuiamo il nostro viaggio percorrendo l'Aurelia in direzione Sud, passando per Punta Ala e Castiglione della Pescaia. Purtroppo, essendo la settimana centrale di ferragosto facciamo fatica a trovare un posticino per il ns camper in un parcheggio comodo per fare una visita a Punta Ala, per cui ci godiamo il panorama dall'alto. Decidiamo di fermarci a Marina di Grosseto presso l'Area Parking Canova. Troviamo posto e sistemiamo il nostro camper all'ombra. L'area camper è comoda perchè si trova al di la della pineta e a 700 mt dal mare. La passeggiata verso la spiaggia è molto tranquilla e rilassante perchè si passa attraverso la pineta e anche in giorni cosi caldi, come quelli che ci sono ora, non è per niente pesante. Inoltre fuori dall'area sosta passa anche la ciclabile che collega Marina di Grosseto con Castiglione della Pescaia, tutta sotto i bellissimi alberi della Pineta; ogni tanto si deve stare attenti per via delle radici che hanno sollevato l'asfalto. L'area Canova dispone di tutti i servizi: corrente, carico/scarico, bagni, docce e lavabi. Dispone inoltre di un piccolo chiosco bar e tavola calda e di un banchetto con frutta, verdura e pane fresco. L'area è aperta da un paio di anni. Dobbiamo tuttavia segnalare due cose: bagni e docce sono molto rustici e non sempre è presente acqua calda e l'acqua non è potabile. Sicuramente i punti a favore di quest'area camper sono il numero dei posti che supera di gran lunga i 100 e la presenza in molti punti di rubinetti per il rifornimento di acqua senza necessità di spostare il camper. E' anche abbastanza ombreggiata e ventilata e il punto Bar e frutta/verdura sono un plus! I gestori sono disponibili e presenti. Il pagamento può avvenire direttamente alla cassa automatica posta all'ingresso oppure al Bar. Insomma l'area Camper Canova ha moltissimo potenziale e ci auguriamo che negli anni avvenire apportino modifiche utili a noi Camperisti. E' possibile sostare qui anche con tende! Cosa abbiamo fatto noi in questa giornata: bagni al mare e mangiare! SOSTA : AREA PARKING CANOVA 20€/ 24H con corrente https://areaparkingcanova.com/
  • 14 AGOSTO : MARINA DI GROSSETO - ORBETELLO- CASCATA DELLE MARMORE
  • Dopo aver sistemato le nostre cose siamo pronti per un altra tappa. Via direzione Sud. Decidiamo di fermarci sull'Argentario. Zona stupenda, dove non siamo mai stati e che ci ha regalato degli scorci magnifici. Purtroppo complici il fatto che sia la settimana di ferragosto e che non abbiamo prenotato, facciamo fatica a trovare un posto dove fermarci. Avremmo voluto vedere la spiaggia della Feniglia, ma c'era davvero troppa gente. Per cui ci fermiamo, dopo aver goduto dello splendido panorama dal finestrino del nostro camper,  in un parcheggio a pagamento che viene chiamato area camper Orbetello, nella spiaggia della Gianella per qualche ora. La spiaggia è molto bella e per niente affollata  e si trova a pochissimi metri dal nostro camper, ma il parcheggio, essendo solo un parcheggio, a parer nostro è molto caro 15€ dalle 7:00 alle 21:00. L'ombra non è neanche per tutti i camper, infatti solo i più fortunati possono beneficiarne. Dopo un po di relax e aver consumato un pranzo leggero ci spostiamo verso la nostra prossima tappa.Sempre percorrendo l'Aurelia arriviamo nei pressi di Tarquinia e qui imbocchiamo la strada in direzione Terni e più precisamente Cascata delle Marmore. Le soluzioni di sosta per visitare la Cascata delle Marmore sono due: - campeggio al belvedere superiore - area sosta al belvedere inferiore Noi decidiamo di andare direttamente al campeggio, dove non troviamo posto, valutiamo di sostare almeno per la notte nei parcheggi che ci sono accanto all'ingresso delle cascate, ma vedendo numerosi divieti per camper decidiamo di fare un tentativo al belvedere inferiore. Anche qui l'area camper è piena, cosi ci mettiamo accanto ad altri camper nel grande parcheggio davanti alla biglietteria. Anche qui è presente il divieto, ma non menzionando nessun articolo del codice della strada o decreto comunale, decidiamo di dormire e chiedere alle prime luci dell'alba a qualche vigile. La sera dopo cena, abbiamo anche intravisto lo spettacolo della cascata illuminata. SOSTE: PARCHEGGIO ORBETELLO-GIANNELLA 15€ AREA CAMPER MARMORE: 10€
      • 15 AGOSTO: CASCATA DELLE MARMORE Come immaginavamo, la mattina era piena di vigili che volevano far spostare la 50ina di camper presenti. Molti, come noi, avevano già il biglietto per l'ingresso alle cascate e avevano anche pagato il parcheggio. I vigili non hanno voluto sentire ragioni e ci hanno detto che se fossimo rimasti ci avrebbero multati. Non ci fornivano però nessuna alternativa, se non l'area camper che era già al completo e il campeggio, anch'esso già pieno. Noi abbiamo per fortuna incontrato il buon cuore di un sig.re che gestiva un parcheggio a pagamento a pochi metri e che ci ha concesso di sostare con il camper fuori dal cancello del suo parcheggio. Altri se ne sono andati indignati.La cascata delle Marmore è una bellezza naturale magnifica, ma noi siamo stati delusi da questa visita per due motivi:- il primo sicuramente il fatto che il parco della cascata molto bello e ben curato, è nient'altro che un parco costruito attorno ad una bellezza naturale che non lascia nessuno spazio all'esplorazione, bensì ci si trova davanti a sentieri con autobloccanti o scalini di legno. Si trovano anche bar, bagni e negozi di souvenir. La visita è a pagamento ( costa 10 € adulti e permette la visita sia di giorno che di sera quando la cascata viene riaperta e illuminata), ma questo per noi non rappresenta nessun punto a sfavore, ma il fatto di veder un mondo troppo commerciale costruito intorno a questa forza della natura ci ha lasciati un po' delusi. - il secondo è la gestione dei turisti itineranti. Non si possono mettere a disposizione solo 30 posti camper e un campeggio che è altrettanto piccolo. Riteniamo che una famiglia che va in camper o in auto paga in egual modo il biglietto di ingresso, anzi magari chi ha il camper si ferma anche la sera e usufruisce delle strutture del territorio: una cena o per rifornire la sua dispensa con prodotti locali. Quando troviamo comuni che ci "rifutano" ci sentiamo arrabbiati perchè troppo spesso le amministrazioni locali non capiscono che fare turismo in camper porta ugualmente introiti al proprio territorio e si tratta solo di una scelta differente rispetto ad altre soluzioni, non vuol dire che siamo più tirchi o più " zingari"! Ma torniamo alla visita alla Cascata Le possibilità di visita alla cascata sono differenti: si può accedere sia dal belvedere superiore che inferiore. Attualmente i sentieri aperti ( causa Covid) sono il n.1, n.2 e n.3. Il sentiero n.1 è il più lungo e collega la parte superiore con quella inferiore, passando per il Balcone degli Innamorati ( ora visitabile solo con guida con prenotazione) e il belvedere Specola Pio VI. Il sentiero è composto da oltre 600 gradini e il tempo di percorrenza è di circa 45 minuti in salita, 30 minuti in discesa. Se avete bambini piccoli vi consigliamo la fascia o lo zaino porta bebè da montagna, non portate il passeggino se volete percorrere questo sentiero, infatti se pur leggero dovrete portarvelo per più di un ora e in alcuni tratti, sopratutto nei giorni festivi, la gente è tanta e rischiate di esserne intralciati. I sentieri n. 2 e n.3 sono quelli più tipici, poichè vi permettono di vedere da vicino l'ultimo salto della cascata e di "bagnarvi" c di bagnarvi con gli schizzi d'acqua quando la cascata viene aperta. Se avete apparecchiature fotografiche in alcuni punti è necessario proteggerle con k-way e ombrelli. Se ve li dimenticate, non vi preoccupate perchè vengono venduti all'inizio di questo sentiero. Vi consigliamo di controllare sul sito https://www.cascatadellemarmore.info/ gli orari di apertura del parco e gli orari di apertura del flusso. Il punto migliore per fare le foto è il balcone posto all'ingresso davanti al bar del belvedere inferiore, dove è possibile ammirare la cascata frontalmente. Per i più allenati e sportivi esistono anche due sentieri esterni al parco che offrono ulteriori prospettive. SOSTA: libera La nostra visita è durata circa un paio d'ore e prima di pranzo ci siamo spostati verso la meta successiva.... Direzione Campo Imperatore.Siete curiosi di sapere come prosegue il nostro itinerario? Rimanete con noi... CONTINUA....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *